Formazioni preziose

Ci sono formazioni che sanno di vita. O forse sono vita.

La mia.

Quella che ti fa cadere, piangere per lo sconforto, ma anche per la commozione, ridere, sentire dentro di te come tanti pezzetti sparsi che poi, pian pianino, si uniscono fino a farti percepire intero e capisci che, fino a quel momento, non era accaduto perché avevi lasciato da parte il pezzettino che illumina tutti gli altri.

L’ho trovato.

E me lo tengo stretto.

Sono IO con tutte le mie mille caratteristiche e tratti della mia personalità. E va bene così.

La mia “Ginga”, il mio “magico stile di gioco” oggi so esattamente cosa sia.

Lo so che non “gioco” come tanti, ora mi è chiarissimo, ma ne sono felice e grata.

Mi sento come se fossi tornata ad abitarmi.

Un po’ come quando riscopri un tesoro tutto impolverato, nascosto in soffitta, pensando fosse troppo scomodo e fastidioso e non sapevi quanto avrebbe potuto, invece, essere prezioso per viverti davvero.

Accoglierò il mio posto in questo mondo, desiderosa di donarmi, solo perché ho saputo accogliermi esattamente in ogni parte.

Ho compreso, trasformato e valorizzato il mio tratto e continuerò a farlo, con alti e bassi, nel cammino incessante della vita, portandolo nel mondo, senza fermarmi.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *